Mike WiLL Made It, il produttore che è letteralmente esploso in questo strano 2013. Strano perché c’è stato il ritorno dei tormentoni veri e propri, Get Lucky e Blurred Lines, e l’esplosione della macchina da guerra di nome Miley Cyrus che con la sua We Can’t Stop e la perfomance ai VMA si è presa una enorme fetta di torta nel Music Business.

 

Prima di We Can’t Stop, io personalmente conoscevo Mike WiLL Made It solo per la produzione di Pour It Up di Rihanna. Poi ascoltando We Can’t Stop e l’album Bangerz di Miley Cyrus sentivo sempre il suo nome.

Oggi parliamo di lui, Mike WiLL Made It.

alcuni singoli di maggior successo prodotti da lui da ricordare sono:

 

Mike WiLL Made It prima di Mercy fece molte collaborazioni con alcuni artisti come Gucci Mane e Rick Ross, ma fu proprio con Mercy che fece il botto. Da qui la scalata al successo. Cominciò a lavorare per Rihanna, Jay-Z (Beach is Better, Interlude del suo Magna Charta), Lil Wayne, Puff Daddy e con Miley Cyrus

Mike WiLL Made it: il produttore dietro Miley Cyrus e Rihanna  | WorldRap Il portale italiano del Rap

Per la collaborazione con Rihanna, Mike WiLL Made It aveva proposto alla cantante la traccia We Can’t Stop, ma lei ormai aveva concluso Unapologetic,così la passò a Miley Cyrus. Per quanto riguarda Pour It Up, Mike WiLL Made It dice:

“Rihanna voleva raccontare la vita nei club, quando gli ho proposto Pour It Up, Chris Brown venne in studio e ascoltammo Pour It Up e lui disse:  “cosa è questo? glielo propongo alla mia badgirl, ha bisogno di averlo, e se non lo vuole, me lo prendo io, lo registro stasera e la pubblico domani!!”

 

Mike WiLL Made it: il produttore dietro Miley Cyrus e Rihanna  | WorldRap Il portale italiano del Rap

Mike WiLL Made It ha collaborato ufficialmente solo su una traccia di Rihanna, ma ha prodotto 3/4 di Bangerz, album di Miley Cyrus schizzato alla numero 1 della BillBoard 200!.

Parlando di Miley, Mike WiLL Made It dice:

Lei è fan di tutta la musica, come me. Molte volte, le persone anziane non apprezzano la nuova generazione. La nuova generazione ascolta una canzone, un tormentone, e poi passa a un’altra canzone pop. #23 è la rappresentazione di quello e di queste persone. Ma per la gente che è bloccata solo su Hip-Hop o il Pop, 23 non è per loro.

Hanno da ridire perchè lei rappa e non può farlo perché é bianca. Non devi essere nero, bianco, asiatico per rappare, penso che devi essere solo talentuoso nel farlo. Il rap è una forma di espressione e lei ci sa fare.

 

Poi continua dicendo:

La gente è fatta per odiare. Se lei andava ai VMA e non twerkava e non faceva quello che ha fatto, tutti avrebbero detto: “oh, lei doveva twerkare, perchè non ha twerkato?, è falsa”. Vogliono farla cadere perché Miley sta avendo successo. Quando sei bianco e di successo, è difficile per loro accettare che stai provando a fare qualcosa di nero (twerk e urban/rap. Quando sei nero e di successo, sei propenso a fare qualcosa di nero, e provano a farti cadere perchè vuoi fare cose da bianco. Quando hai successo fai parlare la gente, e quando la gente ti guarda crescere e fare un ruolo alla Disney, ti mettono in quel posto nel Business e vogliono che resti in quel campo. Lei non ha quel carattere, è se stessa. Quando sei bianco e di successo, è difficile per loro accettare che tu stai provando a fare qualcosa di nero. Quando sei nero e di successo e fai musica da nero, loro vogliono buttarti giu perché sei banale.  Lei ha 20 anni, una fan della musica, estremamente talentuosa e può fare questo, ne ha dato prova.

 

Mike WiLL Made it: il produttore dietro Miley Cyrus e Rihanna  | WorldRap Il portale italiano del Rap