Dopo i 50 migliori album, Rolling Stone decreta le 100 canzoni più belle del 2013!

Alla numero 77 troviamo Jay-Z, da poco diventato vegano, con la sua Tom Ford.
Alla numero 65 c’è Kanye West con l’egocentrismo di I Am A God! In questa canzone c’è la frase più egocentrica mischiata con l’ironia: Sono in un ristorante francese, muoviti con la mia dannata croissant, sono un Dio!


Miley Cyrus, invece, è alla posizione 59 con la ballad Wrecking Ball. Pensavo più in alto per questa canzone che aveva un buon potenziale!. La scandalosa Blurred Lines di Robin Thicke si trova a metà classifica, alla cinquantesima posizione. Anche se è stato un tormentone, non era granchè.

Vuoi una Bugatti? Vuoi una Maserati? Ti conviene lavorare, P****a!  E’ l’inno di Britney Spears in Work B**ch. Questo suo primo singolo di Britney Jean la troviamo alla posizione 46.

Prince si trova alla 44 con Breakfast Can Wait e la Rapper M.I.A alla 41 con Sexodus! Sexodus è un brano che la rapper ha proposto a Madonna, ma Madonna l’ha rifiutata.

Scaliamo rapidamente alla 26 dove troviamo Avicii con Wake Me Up. Alla 20 Troviamo nuovamente Kanye West con la denuncia di Blood On The Leaves. Alla 19 Picasso Baby di Jay-Z. Alla 18 troviamo il ruggito di Katy Perry, Roar. Alla 17 troviamo la rivale in vendite di Katy Perry, Lady Gaga, con Do What You Want.

Alla 15 Troviamo Rap God di Eminem. 6 minuti di Hip-Hop per argomentare il suo immortale genio nel mondo Hip-Hop Rap. Il suo Rap rapposo, e uno schema ritmico di sillabe, versi pirotecnici che fanno invidia a qualsiasi poeta del passato e rapper del presente. Why Be A King When You Can Be A God?

Le mie donne qui con i grandi culi li muovono come fossimo ad uno strip club
ricorda solo dio ci può giudicare, dimentica chi ti odia perché qualcuno t’ama.
e tutti in riga nel bagno provando a farsi una striscia nel bagno Recita Miley Cyrus nel bagno con We Can’t Stop che si trova alla 14.

Rolling Stone: le 100 migliori canzoni del 2013 | WorldRap Il portale italiano del Rap

Alla 13 troviamo la canzone che ha praticamente fatto innervosire e mobilitare tutto il mondo Rap e Hip-Hop americano, Control di Big Sean feat Kendrick Lamar. Kendrick in questa canzone si definisce il rap di New York e cerca di uccidere Drake, A$ap Rocky, e altri 9 rapper! Eminem, 50 cent, Kanye West, Azealia Banks e altri hanno esplicitamente dichiarato la loro posizione a riguardo.

Top 10 si inizia congli Arctic Monkeys e la loro Do I Wanna Know?. Alla 9 la rivendicazione di Drake in Started From The Bottom. In questa canzone Drake parla di come ha iniziato la sua carriera, ovvero dal bottom – basso fino ad arrivare a essere uno dei rapper più conosciuti d’America. Chris Brown, ex rivale in amore nei confronti di Rihanna, lo ha insultato chiamandolo Bottom, ovvero il ruolo femminile in una coppia Gay. Da qui litigi, discussioni, bottiglie lanciate e risse fuori dalle discoteche.

Alla 7 troviamo Mirrors di Justin Timberlake, canzone dedicata alla fidanzata ma anche un tributo ai nonni.
Top 5 per Disclosure, When a Fire Starts to Burn.
Vampire Weekend si guadagnano la quarta posizione con Hannah Hunt.
Alla 3 troviamo Kanye West per la terza volta con Black SkinHead. Canzone che parla del sociale e del razzismo sull’avere una pelle nera. Alla due troviamo Royals di Lorde, ne abbiamo fin troppo parlato di lei e della canzone. Alla 1, troviamo i Daft Punk con Get Lucky.

Classifica soggettiva. Non mi trovo d’accordo per molte canzoni che non compaiono come Holy Grail di Jay-Z,  Pour It Up e soprattutto Stay di Rihanna, Young And Beautiful di Lana Del Rey, Hell di A$ap Rocky, Berzerk di Eminem, P!nk con Just Give Me A Reason . Voi che ne pensate? Commentate!