Vi propongo subito l’intervista
VIBE: tu e Mikkel Eriksen siete stati in studio con Rihanna a lavorare per il suo nuovo album. Dal multiplatino Unapologetic, un progetto che ha visto alcune delle migliori critiche della sua carriera, cosa possono aspettarsi i fan da questo progetto?

Erik:

Siamo a metà del disco. Abbiamo inciso materiale incredibile e siamo davvero entusiasti e che Rihanna è contenta. Non posso aspettare che il mondo lo ascolti. I paparazzi la fotografano che si diverte solamente, ma quando è in studio è una delle artiste che si concentra maggiormente, lavora sodo e vuole che le cose si facciano bene. Lei è onesta e non c’è partita, sa cosa gli piace e cosa no. Se non gli piace una cosa, non c’è verso di farla piacere o di convincerla.

VIBE: Non è più una bambola del pop, vero?

Erik:

No, ma mi piace. vuole solo che registriamo con lei tracce forti e se gli piacciono non vuole che cambiamo qualcosa. Se non gli piace passiamo alla prossima.

Vibe Qual’è stato il più grande miglioramento che avete visto in Rihanna come Artista?
Erik:

lei è cresciuta con la vocalità. Ora canta una canzone e ne aumenta l’immensità. Diventiamo sempre più profondi quando scriviamo. Anche se rimaniamo leggeri e sexy perché è quello che lei è. E’ la personalità di Rihanna. Ma come vocalità, lei può mantenere più cose rispetto a prima. Sorpassa se stessa ogni volta che ci vediamo. E’ una delle più grandi esperienze della mia vita vederla crescere da quando aveva 17 anni a oggi. Siamo stati fortunati a far parte di ogni cosa con lei nella sua carriera