Da sempre, il rap femminile in Italia è stato messo in secondo piano rispetto a quello maschile. La disparità dei sessi nel mondo del rap, però, va sempre diminuendo. Grazie alla loro sensualità, energia, stile e personalità, alcune protagoniste della scena hip hop “rosa”, hanno lasciato pezzi e album indelebili nella storia del rap italiano. Loop Loona energica, spigolosa e pungente; Marya, boss dell’underground femminile; Posi Argento che spazia dal rap all’electro e ultima, ma non per importanza, Baby K, rappresentante ufficiale della sensualità del rap.

MISS SIMPATIA, FABRI FIBRA E “IL GRANDE BLUFF” | WorldRap Il portale italiano del Rap MISS SIMPATIA, FABRI FIBRA E “IL GRANDE BLUFF” | WorldRap Il portale italiano del RapMISS SIMPATIA, FABRI FIBRA E “IL GRANDE BLUFF” | WorldRap Il portale italiano del Rap

 

 

Non tutti, però, riescono a “sfondare” solo ed esclusivamente grazie alla loro bravura. Un bravo artista in Italia oggi arriva ad essere conosciuto quasi solo attraverso una strategica operazione commerciale, ben distante dal classico lancio di un buon singolo. É il caso di Miss Simpatia, o anche conosciuta come “Missa”, che nell’inverno del 2005 ottenne il suo piccolo assaggio di notorietà grazie alla pubblicazione del suo singolo d’esordio “Ciao Fibra” sul proprio profilo MySpace. La rapper Sandra Piacentini, ebbe la geniale idea di offendere uno dei big del rap italiano in tutti i modi possibili ed immaginabili fingendosi la sua ex fidanzata sedotta, ingravidata ed abbandonata. Nonostante le varie smentite di Fabri Fibra, la ragazza di Falconara diventa famosa creando un vero e proprio caso di Stato: giornali, web e programmi Tv non parlano d’altro. La romanzesca storia raccontata da Missa era però tutto un bluff. Nonostante questo, la cattiva ma sempre utile pubblicità è servita a Miss Simpatia per guadagnarsi la ribalta e lei lo sa bene: nel suo pezzo “Lo faccio apposta”, dichiara apertamente di essere consapevole che “Sarà ricordata come l’ex di Fabrizio” e, se sta bene a lei, sta bene a tutti.

Dopo quel singolo, Missa si è un po’ appannata artisticamente fino alla svolta dell’inverno del 2011 quando, con un nuovo stile ed un figlio alle spalle, decise di pubblicare l’album “Il Grande Bluff”. Nei pezzi presenti nell’album, la giovane artista condanna la falsità del mondo delle spettacolo, della politica, della musica e delle persone, anche se detto da lei, considerando i fatti recenti, è un po’ un paradosso. Che dire, Missa “predica bene ma razzola male”.

MISS SIMPATIA, FABRI FIBRA E “IL GRANDE BLUFF” | WorldRap Il portale italiano del Rap MISS SIMPATIA, FABRI FIBRA E “IL GRANDE BLUFF” | WorldRap Il portale italiano del Rap