Giovedì 21 Maggio è iniziato Shark Tank, un programma trasmesso su Italia 1 in cui imprenditori o aspiranti tali presentano la propria idea e modello di business a un gruppo di investitori.

Proprio tra questi investitori c’è Gianpietro Vigorelli. Per chi segue la scena rap italiana, questo cognome non è affatto nuovo. Infatti il vero nome di Jake La Furia dei Club Dogo è Francesco Vigorelli e Gianpietro è proprio suo padre.

Gli investitori si chiamano squali (o sharks) e possono finanziare le idee che vengono presentate in cambio di una percentuale (o equity).

Ma come mai il padre di Jake è un investitore di Italia 1?

Dal 1997 è socio co-fondatore della D’Adda, Lorenzini, Vigorelli e dal 2000 è vice Presidente e Direttore creativo della D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO. Realizza campagne di grande successo per Yogurt Danone, C.D. Portatile Philips, Letti Pirelli, Renault, Buondì Motta, Pupa Roan, Barilla, Te Ati.

In un intervista rilasciata a Shark Tank ha dichiarato che la sua più grande soddisfazione è la carriera di suo figlio.

Nella canzone Dieci anni fa, presente in Non siamo più quelli di Mi fist ultimo CD dei Club Dogo, Jake dice:

Prima per tutti ero solo suo figlio, oggi è lui che è il padre di Jake

Adesso puoi dirlo forte, Jake! 😉