Clementino canta in dialetto ma la BBC lo ha invitato a rappresentare la sua nazione

Negli ultimi due mesi, il palcoscenico dell’informazione mondiale è stato occupato in maniera continua ed invadente dai mondiali di calcio giocati in Brasile. Se Mario Balotelli e il resto della Nazionale azzurra non è stata in grado di soddisfare le speranze calcistiche del nostro “Belpaese”, ci pensa Clementino a tenere alta la bandiera tricolore ai Mondiali di Freestyle Rap organizzati dalla BBC.

Un viaggio lungo chilometri; partito da Nola, il giovane rapper napoletano arriva diritto sul tetto del mondo. Infatti, è proprio lui il rapper scelto dalla BBC per l’operazione “World Cup Freestyles”, il contest organizzato per festeggiare l’inizio dei campionati del mondo di calcio e che vede in gara 32 rapper per 32 Nazioni con 32 barre di freestyle da utilizzare per celebrare proprio il torneo che più di ogni altra gara calcistica ingloba le nazionali più forti del pianeta.

Clemente Maccaro, o anche chiamato “Iena”, ha difeso i colori azzurri con un video e un brano inedito dal titolo “Made in Italy” che, dal 14 giugno, è stato trasmesso su tutti i canali ufficiali della BBC.

Clementino nel video appare con la bandiera italiana, poi con una canotta da basket tricolore ed infine mentre palleggia con la maglia del Napoli (la sua squadra del cuore), con alle spalle l’incombente struttura dello stadio San Siro di Milano. Oltre ad elogiare il suo idolo Diego Armando Maradona, Clementino con il suo testo celebra e omaggia i grandi calciatori che hanno fatto la storia in maglia azzurra, passando da Roberto Baggio a Paolo Rossi fino ai trionfi più recenti con Fabio Cannavaro, campione del mondo 2006. L’Italia, però, non è fatta solo di calcio e Clementino lo sa.

La giovane Iena è riuscita quindi a far conciliare la passione per il calcio a quella della vita, ovvero la musica rap

Vengono citati, infatti, grandi protagonisti del cinema italiano come Paolo Sorrentino e “La grande bellezza” e Roberto Benigni con “La vita è bella”. Spazio anche alla buona cucina, il Colosseo, le incantevoli montagne del Trentino e il carnevale di Venezia.

La giovane Iena è riuscita quindi a far conciliare la passione per il calcio a quella della vita, ovvero la musica rap. Il tutto, mentre l’album “Mea Culpa” ha ormai raggiunto e superato le venticinquemila vendita, abbastanza per mettere in bacheca un disco d’oro e dimenticare il fallimento calcistico mondiale.

 

Ecco il testo della canzone:

BBC 1Xtra check fra’
Qua sul mic Clementino la Iena
Avverto un raggio, qui codino magico
Roberto Baggio il gol di Paolo Rossi mi agito
E poi l’abbraccio
Il muro Cannavaro, è tutto sangue amaro
90 minuti di battito col cuore in mano
Già dal fischio iniziale della partita
Notti magiche, fai il gol della vita
Attento al fuorigioco, vedi che corri poco
io con i cori fuoco, fratm bomber loco
Cannoniere sopra il beat uagliò
Dal cross al gol innalziamo la coppa del mondo
Oh, questa è Made in Italy
Dove il sole brucia in fronte
If you think a casa mi
E la nostra bella Italia è questa fra’
Oh, it’s Made in Italy
Dove il sole brucia in fronte

Sì tu piens’ a casa mi
E la nostra bella Italia è questa fra’
Siamo la Grande bellezza fratello come Sorrentino
Sulla fascia veloce correndo Valentino
Qui la vita è bella Benigni e Leonardo da Vinci
La pasta coi ricci, la musica buona, radici
Il Colosseo, il Duomo, il Carnevale di Venezia
Il mare col Vesuvio a Napoli, la mia salvezza
Gran Torino, Puglia, i portici a Bologna
Calabria, Sicilia, Sardegna, Firenze dove l’arte regna
Dal Molise fino in terra d’Abruzzo
Lucania, Marche, Friuli, Val d’Aosta, la Liguria, Umbria, compà
Le montagne del Trentino facciamo un macello
Se tifi un’altra squadra sei lo stesso mio fratello